testata_left                    INVISIBLE DOG                  video
British Journalism Awards
bja finalist
submit email
 




kelong kings - banner
the harvester - il bracciante
diario di una spia a baghdad





in this issue

ISRAELE E LA SINDROME IRANIANA


netanyahu

Lo sviluppo di un programma nucleare iraniano è un po’ la paranoia di Israele e soprattutto del suo leader politico Netanyahu. Il premier israeliano aveva osteggiato l’accordo nucleare del 2015 firmato dal Presidente Obama arrivando a parlare...

IL RUOLO DEGLI SHABIAH IN SIRIA

Oramai la Siria è un campo di battaglia in continua evoluzione dove vi combattono eserciti regolari, milizie e gruppi terroristici di diverse nazioni, dai turchi ai francesi, dai cinesi agli americani, senza dimenticare l’apporto decisivo dei russi. Una miscela socialmente esplosiva che ha lasciato sul terreno oltre mezzo milione di morti, soprattutto civili...


VELLEITÀ E INTERESSI FRANCESI IN LIBIA

La Libia continua ad essere un non Stato. Fayez al Sarraj, il presidente riconosciuto dalla comunità internazionale, non comanda a Tripoli. A Benghazi anche il cosiddetto Comandante del Libyan National Army, Khalifa Haftar, l’uomo forte della Cirenaica, ha anch’esso problemi nel controllo del suo territorio: non riesce ad estirpare completamente le bande islamiche da Derna ed ha recentemente perso il controllo di alcuni pozzi e terminali petroliferi. Il Paese è in mano a bande e milizie, le maggiori fonti di reddito su cui sopravvivono i libici sono il traffico di esseri umani e il contrabbando di petrolio. Ci sono poi le fazioni armate straniere – sudanesi, del Darfour, ciadiani ed elementi palestinesi. Oltre ai loro interessi diretti, svolgono la funzione di mercenari...




archivio image




gerenza